Consigliati 
logo optionbitRendimenti delle
60 secondi al 76%


Software trading Automatico

Visita OptionBit

IQoptionDeposito minimo 10$

Trade minimo 1$


Visita Iqoption

Utilizza l’analsi tecnica con Optiontime

optiontime

Fare trading binario richiede anche una certa dose di consapevolezza che può essere raggiunta maturando le dovute cognizioni tecniche sul mercato.

Quindi, le piattaforme di trading ci stanno mettendo a disposizione nuovi strumenti da adottare direttamente sul sito del broker, senza utilizzare software esterni.

Una di queste piattaforme è www.optiontime.com che oggi merita qualche attenzione in più.

Come funziona l’analisi tecnica con Optiontime?

Innanzitutto, prima di prendere ogni decisione di trading, dobbiamo essere ben sicuri del margine di attendibilità delle nostre previsioni e per questo ricorreremo ad un mix di strumenti o indicatori che il broker ci rende disponibili per poter valutare la correttezza della nostra decisione di trading.

Oggi vi facciamo qualche utile esempio pratico ma se vorrete mettervi all’opera non vi resta che servirvi dell’altro materiale formativo che per garantirvi un migliore apprendimento vi mettiamo a disposizione attraverso i nostri articoli, da quello più basilare sino a quello più avanzato. Quindi, per quello che ci concerne in questo limitato spazio, cercheremo solamente di darvi qualche dritta, o in ogni caso di introdurvi ad alcuni concetti che vi saranno preziosi per il trading binario.

Nel riquadro sottostante, potete notare le potenzialità dell’analisi tecnica supportata da Optiontime attraverso la funzionalità “Pro Master” che permette di integrare, in un’unica piattaforma, trading binario ed analisi tecnica (Macd, bande di bollinger, Fibonacci, Rsi), in modo da non avere neppure la scomodità di passare da una visuale all’altra cosa che ci potrebbe creare ulteriori intoppi decisionali.

grafico Optiontime

Adesso cerchiamo di capire come interpretare un tale grafico che possiamo ottenere tramite la funzione Pro Option, simultaneamente alla dinamica real time dei prezzi:

  • Le candele giapponesi. Vedete quelle barrette di colore verde e di colore rosso? Ci permettono di capire, nel frame rate prefissato, se i prezzi di chiusura sono superiori o inferiori ai prezzi di apertura. Ciò ci permette di trarre utili segnali per capire se vi sarà inversione di trend o continuazione di trend. La letteratura sulle candele giapponesi è tra le più vaste ed avendo qualche cognizione (potete leggere qualcuno dei nostri articoli sul tema) ed una prospettiva globale della dinamica dei prezzi è possibile riuscire ad intuire quello che il mercato, con maggiore probabilità, tenderà a fare entro la scadenza.
  • Le bande di bollinger. Le possiamo costruire grazie ai numeri di Fibonacci e ci permettono di individuare delle aree critiche entro le quali, con una certa proporzionalità naturale, i prezzi tenderanno ad oscillare. Tale informazione ci può essere utile per capire con quanto rischio matematico, a condizioni di mercato inalterate, i prezzi saranno superiori o inferiori al nostro livello-obiettivo.
  • Nella sezione in basso, possiamo notare il Relative Strengh Index che è uno degli oscillatori più noti nel trading binario e ci permette di dedurre, sul fronte della pressione al rialzo o al ribasso dei prezzi, quale dinamica possa predominare. Notiamo, in effetti, che in corrispondenza di un trend ribassista (candele giapponesi rosse), anche l’indicatore raggiunge valori più bassi dell’intervallo dei valori ammissibili. D’altronde, volendo fare una media del mercato (Average True Range), possiamo cercare di individuare il giusto punto di ingresso. Noterete, infatti, che quando la Media aumenta, anche i prezzi tendono a salire. Ma ciò sarà destinato a normalizzarsi. E quando questo avverrà sarà il momento, raggiunto il massimo picco dei prezzi, di entrare al ribasso (oppure all’inverso, se riusciamo ad anticipare il trend rialzista, al rialzo).

Sta a voi scegliere la strategia di trading ideale che non può che essere condotta con l’aiuto dell’analisi tecnica, avendo l’accortezza di non sbagliare mai a:

  • Interpretare i falsi segnali. Se i rialzi dei prezzi sono solo di natura temporanea, rischiamo che non durino abbastanza per farci fare un trading direzionale ad impatto. Qui sarebbe più appropriato un “swing trading” di breve periodo. Appunto, dobbiamo sempre cogliere le tempistiche del mercato, nella conservazione o meno del trend ed in ciò ci devono aiutare gli oscillatori.
  • Adattare la giusta strategia al tipo di mercato o di asset. Alcuni asset o alcuni tipi di mercato sono caratterizzati, in determinati momenti, da una ridotta volatilità o liquidità di mercato. In questo caso, i classici indicatori non ci aiutano molto e le medie incorporano consistenti ritardi e richiedono prima di tutto una buona volatilità del sottostante. Quindi, sappiamo capire quando è il caso di dare confidenza ad un certo tipo di analisi, o dobbiamo ricorrere ad indicatori “su misura” (ad es. medie mobili adattive ben sincronizzate alla velocità dei prezzi dell’asset)
  • Fare attenzione alla scadenza. Il fatto di riuscire a prevedere che i prezzi aumenteranno può essere fuorviante se non diamo un’occhiata alla scadenza perché ci interessa che un certo trend venga mantenuto entro quella scadenza, che rappresenta uno dei più importanti vincoli di trading

Non vi resta che provare a fare trading binario con Optiontime, raggiungibile al sito: www.optiontime.com per le vostre migliori opportunità di profitto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image