Tag Archives: pregi broker regolamentati

Analisi tecnica: l’indicatore MACD

Indicatore MACD

In analisi tecnica esistono numerosi indicatori di trading che servono a stabilire il più probabile andamento del prezzo. Tutti gli indicatori di trading si basano sul prezzo, rappresentando graficamente quelle che sono le varie sfaccettature dello stesso al fine di aiutare il trader ad interpretare i movimenti. Tra gli indicatori tecnici più utilizzati vi é l’indicatore MACD (Il Moving Average Convergence/Divergence). Tale indicatore fu sviluppato da Gerald Appel e si basa su di un altro indicatore fondamentale dell’analisi tecnica: la media mobile.

Come si costruisce il MACD?

Ovviamente non c’è alcun bisogno di costruire tale indicatore in quanto esso é già presente in tutte le piattaforme di trading online, ad ogni modo risulta utile sapere come è composto il MACD per poterne modificare i parametri a seconda del mercato in cui si decide di operare.
L’indicatore è costituito da 3 medie mobili esponenziali, una media mobile di 12 periodi, una di 9 ed una di 26. Graficamente però appaiono solo due linee, solo due medie mobili, in quanto una delle due medie é il frutto della differenza tra la media a 12 periodi e quella a 26 periodi, il risultato é esattamente la media mobile che prende il nome di MACD. La media a 9 periodi invece funge da segnale di entrata a mercato ed é chiamata Signal Line.

Graficamente il MACD si presenta come segue:

Indicatore MACD

SEGNALI DEL MACD

I segnali dell’indicatore MACD sono semplici da individuare e comprendono sia segnali di acquisto sia segnali di vendita. I segnali, tutti i segnali. Sono generati dall’intersezione della linea MACD con la linea Signal.

Segnale di acquisto

Si ha un segnale di vendita quando la linea MACD incrocia dall’alto verso il basso la linea Signal

MACD

Segnale di vendita

Si ha invece un segnale di acquisto quando la linea MACD incrocia dal basso verso l’alto la linea Signal

MACD

Altri segnali secondari sono relativi al superamento della linea dello zero, ossia, della linea centrale da parte delle due medie mobili. Quando le due medie si trovano al di sopra della linea dello zero abbiamo una tendenza rialzista, in caso contrario abbiamo una tendenza di tipo ribassista.

Perchè scegliere i broker regolamentati?

broker regolamentato, opzioni binarie

Abbiamo già spiegato quale sia la differenza tra broker regolamentati e quelli non regolamentati, ma sono ancora tante le persone che si chiedono se i broker regolamentati siano davvero i migliori.

Rispondere a tale domanda non è affatto semplice, dico questo semplicemente perchè dal momento in cui un utente sceglie una determinata piattaforma, lo fa considerando in primis alcuni aspetti, come ad esempio i bonus, ipotizzando che quanti più bonus vengano offerti, migliore sarà il servizio. Sotto un certo punto di vista potrebbe essere una deduzione azzeccata, ma solo se stiamo parlando di broker conosciuti a livello mondiale, altrimenti, potremo tranquillamente capitare in situazioni del tutto spiacevoli.

Non fissatevi con i bonus, ma puntate su un sistema sicuro, altrimenti dovrete giorno dopo giorno preoccuparvi dei vostri investimenti, non sarete tutelati al 100% e sarà sempre un rischio continuo.

Scegliere un broker regolamentato nelle opzioni binarie ha la sua utilità, infatti, bisogna considerare che si tratterà di un sistema che si fonda su:

– Trasparenza di gioco

– Un team professionale, sempre pronto ad aiutare il trader

– Vi sarà una maggiore limitazione per quanto concerne i rischi

– Non mancheranno certamente le garanzie per il trader

– Tutti voi sarete tutelati in ogni momento

Gli obiettivi dei broker regolamentati

Ma questi sono solo alcuni dei tanti principi, perchè infondo i broker regolamentati si occuperanno di obiettivi ancor più complessi, ma che per un normale utente valgono davvero tanto, lo scopo sarà quello di creare un sistema perfetto, che non tema la concorrenza e che cerchi il più possibile di limitare la presenza dei broker non regolamentati, che anzichè mettere a disposizione un servizio ad alti livelli, va a minare la sicurezza del settore e dei clienti stessi.

Tra gli altri obiettivi eccone qualche esempio:

  • Bisognerà offrire un alto grado di sicurezza ad ogni utente, senza alcuna distinzione, separando i conti della società da quelli degli investitori e questa ad esempio è una cosa che non tutti fanno. Un broker regolamentato deve puntare sulla trasparenza e sulla chiarezza, la stessa cosa non si può certo affermare per quei broker sprovvisti di licenza, che non sono stati esaminati e non rispondono molto probabilmente a determinati requisiti.
  • Bisogna rispettare anche alcuni parametri che rendono un’attività altamente professionale, in grado di contraddistinguersi per alcuni dettagli di grande di rilevanza, come ad esempio la trasparenza, oppure determinate norme che vanno ad eliminare la possibilità di eventuali illeciti!