Tag Archives: candlestick

Formazioni Candlestick: i pattern di inversione principali

pattern inversione

Il grafico a candele è quello più utilizzato nel trading. Il motivo è semplice: offre al trader tante informazioni e, quel che è più importante, lo fa con la massima velocità e immedietezza.

Particolare importanza, poi, rivestono le formazioni candlestick, ossai delle configurazioni specifiche che possono apparire nel grafico e che annunciano qualche avvenimenimento importante, magari l’inversione del trend.

Candlestick

Il grafico a candele gode di un meccanismo abbastanza semplice. E’ composta da parallelepipedi, tanti quanti sono i “lassi di tempo” che vogliamo analizzare. I bordi del parallelepipedo corrispondo ai valori di apertura e di chiusura. Il colore degli stessi dipende dalla “direzione”. Se è rosso o nero, allora il valore è sceso; se è verde o bianco, allora il valore è salito.

Una particolarità delle candele è che hanno delle “ombre“, ossia delle piccole line che partono dal centro del bordo superiore e dal centro del bordo inferiore. Nel primo caso (upper shadow) segnalano il massimo raggiunto, nel secondo caso (lower shadow) segnalano il minimo raggiunto.

Formazioni Candlestick, l’importanza dell’inversione

Le formazioni Candlestick, ossia le configurazioni particolari, sono importanti quando segnalano la possibilità di un’inversione del trend. Ecco quali sono.

Doji. La candela è assente, compaiono solo le ombre (dunque l’apertura e la chiusura coincidono, ma in presenza di un massimo e di un minimo).

doji-line

Hammer. La candela ha un corpo deciso (quindi aertura e chiusura non coincidono) ma manca l’upper shadow. E’ presente invece la lower.

hammer

Shooting Star. Simile all’Hammer solo che è… Al contrario. La candela ha un corpo deciso ma a mancare non è l’upper shadow, bensì la lower.

shoting-star

Bullish Engulfing. E’ una delle formazioni più affidabili per prevedere le inversioni. Si tratta di due candele, le cui ombre non hanno importanza, che hanno la seguente particolarità: la prima è “contenuta” nella seconda – che quindi è più grande. La prima candela è rossa (o scura) mentre la seconda è verde (o chiara).

Bearish Engulfing. E’ identica alla Bullish, solo che il colore è invertito. Anche in questo caso, quindi, la prima candele “include” l’altra e le ombre non hanno importanza. Anche questo è un segnale molto potente di inversione del trend.

engulfing

Candlestick Upper shadow

Tipologie candlestick

La caratteristica principale delle candlestick che appartengono a questa categoria é quella di avere una Upper Shadow più o meno pronunciata, che solitamente si presenta lunga almeno il doppio rispetto al real body. Il colore del corpo della candlestick non conta molto, ciò che invece conta é l’ombra inferiore, che spesso é assente o comunque di dimensioni irrilevanti. Le candele appartenenti a questa tipologia indicano una inversione di tipo ribassista, inversione che deve però essere sempre confermata dal mercato.

PSICOLOGIA DEL MERCATO IN PRESENZA DELLE UPPER SHADOW

Come ben saprai, nel mercato vi sono due tipologie di attori differenti: i compratori ed i venditori. I compratori spingono i prezzi a rialzo mentre i venditori spingono i prezzi a ribasso. La spinta da parte dell’una o dell’altra fazione crea delle tendenze di prezzo che possono portare i prezzi verso l’alto o verso il basso, a seconda di quale delle due fazioni stia muovendo il mercato. Una tendenza rialzista però, quanto più sale, tanto più é destinata ad esaurire la propria forza, quindi, a raggiungere un punto limite in cui deve fermarsi.

Quando la tendenza rialzista arriva ad un punto troppo alto, che solitamente rappresenta un’area di prezzo già raggiunta in passato, si indebolisce e comincia una lenta inversione di tendenza. É proprio in questa fase che fanno la loro comparsa le Upper Shadow. L’ombra delle Upper Shadow tende a superare le aree di resistenza di prezzo, ma, dopo averle superate, i compratori non hanno più la forza di far proseguire la tendenza rialzista. Il prezzo  scende e la sessione chiude sotto l’area di resistenza indicando all’investitore attento la fine della tendenza rialzista e l’inizio di una fase di mercato dominata dai venditori.

Tipologie candlestick

TIPOLOGIE DI UPPER SHADOW

Ci sono due tipologie di Upper Shadow molto conosciute e abbastanza attendibili che però devono essere sempre confermate dal mercato. Il prezzo di mercato infatti è sostanzialmente imprevedibile e non bisogna mai basare la propria analisi si un unico fattore. Le due tipologie di Upper shadow sono:

Shooting Star: candlestick che si presenta in tendenze rialziste ed é caratterizzata da un’ombra superiore lunga almeno il doppio del real body.

Inverted Hammer: candlestick che si presenta in tendenze ribassiste ed é caratterizzata da un’ombra inferiore lunga almeno il doppio del real body.

Come gestire un investimento in opzioni binarie 60 secondi

Investire in opzioni binarie

Gestire investiti in opzioni binarie 60 secondi é il primo passo da compiere per cercare di ottenere guadagni costanti con questa tipologia di opzioni binarie che non é affatto semplice da utilizzare, ma che risulta estremamente redditizia. Per cominciare cerchiamo di stabilire i parametri di entrata a mercato, ossia, quando é opportuno entrare a mercato e quando invece sarebbe meglio evitare.

Parametri di entrata a mercato

I segnali che ci consentono di entrare a mercato investendo in opzioni binarie 60 secondi sono 2 e devono essere sempre presenti:

Supporto o resistenza: deve essere presente un supporto o una resistenza che si manifesta in grafici con time frame M1. In questo modo possiamo essere certi che abbiamo un punto o meglio un’area di prezzo in cui la previsione è effettivamente possibile. Il prezzo in prossimità di queste aeree può comportarsi in due modi:

  • Rompere il supporto o la resistenza e proseguire nella sua direzione
  • Rimbalzare sul supporto o sulla resistenza di prezzo

Se il prezzo rimbalza su una resistenza bisogna acquistare opzioni binarie 60 secondi put

Se il prezzo rimbalza su un supporto bisogna acquistare opzioni binarie 60 secondi call

Oscillatore RSI: l’oscillatore RSI ci serve per stabilire se effettivamente la tendenza abbia la forza di superare o meno un supporto o una resistenza. L’RSI ci da informazioni riguardanti le zone di iper-comprato e di iper-venduto. Nelle zone di iper-comprato il prezzo tende a scendere, viceversa, nelle zone di iper-venduto il prezzo tende a salire. Ne deriva che se siamo in presenza di una resistenza e l’RSI é in iper-comprato, allora, il prezzo non ha la forza di proseguire, quindi il rimbalzo diventa molto probabile; allo stesso modo, se l’RSI segna la zona di iper-venduto e siamo in presenza di un supporto é molto probabile che il prezzo possa rimbalzare.

ALCUNI CONSIGLI PER INVESTIRE IN OPZIONI BINARIE 60 SECONDI

Può capitare che il prezzo salga e si ritrovi in un’area poco superiore a quella di resistenza o poco inferiore a quella di supporto, se abbiamo già investito seguendo sia il segnale dell’RSI sia quello dei supporti e delle resistenze, possiamo comprare nuovamente l’opzione binaria, forti del fatto che il prezzo debba comunque scendere. A questo punto il secondo investimento dovrà essere superiore al primo del 50%. Se per esempio abbiamo investito 100€ nella prima opzione binaria, investiremo 150€ nella seconda.

Candlestick Hammer ed Hanging man

Candlestick formazioni

Tra le formazioni candlestick maggiormente affidabili vi sono sicuramente la Hammer e la Hanging man, due particolari formazioni di facile individuazione, che portano il trader a stabilire se il prezzo o meglio se la tendenza di mercato stia per subire una inversione.
La presenza di una Hammer o di una Hanging man balza subito agli occhi dell’investitore in quanto entrambe le candele hanno un real body molto piccolo ed una Shadow inferiore lunga almeno il doppio del real body. Le candlestick, seppure uguali nella forma, differiscono in base a dove compaiono: la Hammer compare nelle tendenze ribassiste, mentre la Hanging man compare nelle tendenze rialziste.

Candlestick formazioni

HAMMER

In nome della candela deriva dal martello, ed in effetti tale forma ricorda proprio quella di un martello. La formazione è tra le più semplici da individuare, questa si presenta nelle tendenze ribassiste in prossimità di un’area di resistenza e sta ad indicare una possibile inversione.

ANATOMIA DELLA CANDLESTICK HAMMER

L’hammer si presenta con un real body molto piccolo ed una Shadow inferiore molto lunga, la Shadow deve essere almeno il doppio del real body, questo é un requisito essenziale perché si possa parlare di Hammer. La Shadow superiore nella formazione canonica non dovrebbe comparire, ma capita che sia spesso presente una Shadow superiore molto piccola ed insignificante.

HANGING MAN

Praticamente uguale alla formazione Hammer, la Hanging man, letteralmente “uomo impiccato” é una formazione molto particolare che, a differenza della sua gemella Hammer, si presenta in tendenze rialziste ed in prossimità di resistenze importanti. Se si presenta in prossimità di resistenze decreta la debolezza della tendenza rialzista e rappresenta quindi un chiaro segnale ribassista.

ANATOMIA CANDLESTICK HANGING MAN

La formazione candlestick Hanging man ha come caratteristica quella di un real body molto piccolo ed una Shadow inferiore molto pronunciata che, proprio come l’hammer, deve essere lunga almeno il doppio del real body. Anche in questo caso l’ombra superiore non deve necessariamente essere assente, la cosa che conta è che questa sia molto piccola: più piccola del real body.

Candlestick marubozu

Candlestick marubozu

La formazione candlestick denominata marubozu indica prettamente una inversione di tendenza, inversione che risulta essere decisamente molto forte e duratura dipendentemente dal time frame del grafico utilizzato. La candlestick marubozu si presenta con un real body molto pronunciato, che indica appunto una forte presa di posizione del mercato, inoltre, altra caratteristica fondamentale che contraddistingue una candlestick marubozu é l’assenza di Shadow. L’assenza di Shadow però raramente si verifica, va tenuto conto che si tratta comunque di marubozu anche quando siamo di fronte ad una candlestick con real body pronunciato ed una Shadow insignificante.

ANATOMIA DELLA CANDLESTICK MARUBOZU

Candlestick marubozu

La candlestick in questione può indicare sia una inversione rialzista sia una inversione ribassista, se la candlestick ha un real body di colore verde, allora si tratta di una candlestick rialzista, in caso contrario, quindi se la marubozu é di colore rosso si tratta di una inversione ribassista. La candlestick deve necessariamente presentarsi in una zona di supporto o di resistenza dei prezzi. Se si presenta in tale zona ha un valore maggiore in quanto una rottura di un supporto o di una resistenza da parte di una marubozu indica chiaramente quella che è la volontà del mercato.

REQUISITI ESSENZIALI ALLA PREVISIONE

  • Real body molto marcato
  • Assenza di Shadow o Shadow irrilevanti
  • Rottura di un supporto o di una resistenza

ANALISI GRAFICA CANDLESTICK MARUBOZU

Vediamo come si comporta graficamente una marubozu, prendiamo in considerazione sia una marubozu che preannuncia una fase rialzista sia una marubozu che preannuncia una fase ribassista.

Marubozu rialzista

Marubozu rialzista

Come puoi ben vedere la candlestick marubozu si presenta in una tendenza ribassista e supera con il suo real body la Trend line di resistenza. Questo é un chiaro segnale di inversione di tendenza, a questo punto ciò che bisogna fare é semplicemente investire a rialzo.

Marubozu ribassista

Candlestick ribassista

Anche in questo caso la candlestick si presenta in una tendenza ben definita, questa volta di tipo rialzista. La candlestick marubozu supera con il suo real body la Trend line di supporto, definendo chiaramente una inversione di tenenza che può essere prontamente sfruttata dal trader.

Le candele giapponesi (candlestick)

Con il termine candlestick, in italiano candele giapponesi, si indica una particolare visualizzazione dei dati su un grafico, la quale ci fornisce un maggior numero di informazioni rispetto ai grafici tradizionali.

Le candele, vengono utilizzate appunto per la costruzione di grafici altamente informativi. Per una corretta lettura degli stessi è necessario conoscere quattro parametri fondamentali: valore di apertura, valore di chiusura, massimo e minimo di un asset.

Ecco un immagine che ci permette di capire meglio

Candelstick
Il valore di apertura (open), indica il valore di apertura del titolo, il valore di chiusura (close) quello finale del titolo nel periodo selezionato. L’immagine mostra che nel caso della candela verde, open sarà la base della candela, mentre close, l’apice e viceversa per la candela rossa.

Il corpo della candela viene chiamato real body ed è dato dall’ampiezza del valore di apertura e quello di chiusura. Come è facile intuire, maggiore sarà l’ampiezza fra il prezzo di apertura e quello di chiusura, maggiore sarà il real body, sia per le candele verdi che per quelle rosse.

Lower shadow è dato dal valore minimo raggiunto dal titolo durante un intervallo di tempo e upper shadow dal valore massimo.

Solitamente vengono usati i colori verde e rosso oppure bianco e nero per indicare l’andamento positivo o negativo di un titolo, bene , valuta o indice.

La candela a sinistra è di colore verde, questo indica che il valore dell’asset scelto ha subito una crescita durante il timeframe selezionato, mentre quella a destra , di colore rosso indica una perdita di valore dell’asset.

Ogni candlestick ci indica qualcosa, essa è la rappresentazione grafica dell’andamento di mercato e spiega la psicologia degli investitori così da permettere di fare studi approfonditi. Attraverso la formazione di una serie di candele è possibile tra l’altro ottenere un grafico che fornisce parecchie e dettagliate informazioni sull’ andamento di un determinato asset nel mercato.