Tag Archives: broker regolamentati

Broker Consob, ecco chi sono e cosa comporta la licenza

Broker e Consob, il legame

Una licenza può anche valere l’altra, ma è importante conoscere quella preponderante nel proprio paese. In Italia è la . Di seguito, una panoramica dei broker Consob.

L’importanza della licenza

Sono tantissimi i broker che operano nel mercato. Molti di questi si presentano molto bene, con offerte interessanti e danno una concreta idea di professionalità. E’ necessario, però, non farsi abbagliare dai messaggi pubblicitari. E’ importante, ai fini di un trading sereno e senza sorprese (che non siano quelle del mercato) affidarsi a un broker esperto e, soprattutto, sicuro.

Esistono due modi, in particolare, per scegliere un broker: affidarsi ai commenti e alle opinioni dei clienti o degli ex clienti (assai abbondanti su internet) o verificare la licenza.

Nella prima ipotesi, non è possibile accertarsi con precisione della professionalità del broker: l’opinione di un cliente, come anche di dieci o cento clienti, è sempre soggettiva.

Nella seconda ipotesi, è possibile raggiungere un grado di sicurezza molto alto. Questo perché è l’ente che rilascia la licenza a “metterci la firma”. Incidono, inoltre, le azioni che si possono intraprendere presso l’ente stesso nel caso in cui qualcosa vada storto.

La Consob

In Italia, a rilasciare la licenza è la (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa). E’ l’ente che funge un po’ da sindacato per gli investitori e vigila sui regolamenti. Tra i suoi compiti c’è anche quello di autorizzare – e quindi di rilasciare regolare licenza – ai broker.

Il principio della Consob è l’equiparazione dei broker alle banche, che nel regolamento sono chiamate “imprese di investimento”. Il passaggio cardine è il seguente: “Le opzioni binarie appaiono riconducibili alla definizione di strumenti finanziari. Di conseguenza, le società che offrono servizi e attività di investimento in opzioni binarie dovrebbero essere autorizzate come imprese di investimento ai sensi della MiFID.

La maggior parte dei brokers, presumibilmente per ragioni di fiscalità, ha sede a Cipro (un vero e proprio “paradiso” da questo punto di vista), dunque la licenza di riferimento è la Cysec, una sorta di Consob cipriota. La Consob, quella vera, autorizza in automatico tutti i broker che sono muniti di licenza Cysec.

I migliori broker italiani, ovviamente, sono muniti di entrambi le licenze. Ecco la lista delle “eccellenze”.

– Broker con deposito minimo di soli 100€

– Broker con deposito minimo di 200€

– Broker con la migliore piattaforma di trading

– Broker con trade minimo di soli 5€

– Broker con il più basso trade minimo, solo 1€

 

För att möta flickor romantiska dröm brudklänning varumärken har i 2017-serien konstruktion, bedövning nog att lansera Peng kjol klänning fantasy publik och smart användning av detaljer,Grimma brudklänningar

 

 

Perchè scegliere i broker regolamentati?

broker regolamentato, opzioni binarie

Abbiamo già spiegato quale sia la differenza tra broker regolamentati e quelli non regolamentati, ma sono ancora tante le persone che si chiedono se i broker regolamentati siano davvero i migliori.

Rispondere a tale domanda non è affatto semplice, dico questo semplicemente perchè dal momento in cui un utente sceglie una determinata piattaforma, lo fa considerando in primis alcuni aspetti, come ad esempio i bonus, ipotizzando che quanti più bonus vengano offerti, migliore sarà il servizio. Sotto un certo punto di vista potrebbe essere una deduzione azzeccata, ma solo se stiamo parlando di broker conosciuti a livello mondiale, altrimenti, potremo tranquillamente capitare in situazioni del tutto spiacevoli.

Non fissatevi con i bonus, ma puntate su un sistema sicuro, altrimenti dovrete giorno dopo giorno preoccuparvi dei vostri investimenti, non sarete tutelati al 100% e sarà sempre un rischio continuo.

Scegliere un broker regolamentato nelle opzioni binarie ha la sua utilità, infatti, bisogna considerare che si tratterà di un sistema che si fonda su:

– Trasparenza di gioco

– Un team professionale, sempre pronto ad aiutare il trader

– Vi sarà una maggiore limitazione per quanto concerne i rischi

– Non mancheranno certamente le garanzie per il trader

– Tutti voi sarete tutelati in ogni momento

Gli obiettivi dei broker regolamentati

Ma questi sono solo alcuni dei tanti principi, perchè infondo i broker regolamentati si occuperanno di obiettivi ancor più complessi, ma che per un normale utente valgono davvero tanto, lo scopo sarà quello di creare un sistema perfetto, che non tema la concorrenza e che cerchi il più possibile di limitare la presenza dei broker non regolamentati, che anzichè mettere a disposizione un servizio ad alti livelli, va a minare la sicurezza del settore e dei clienti stessi.

Tra gli altri obiettivi eccone qualche esempio:

  • Bisognerà offrire un alto grado di sicurezza ad ogni utente, senza alcuna distinzione, separando i conti della società da quelli degli investitori e questa ad esempio è una cosa che non tutti fanno. Un broker regolamentato deve puntare sulla trasparenza e sulla chiarezza, la stessa cosa non si può certo affermare per quei broker sprovvisti di licenza, che non sono stati esaminati e non rispondono molto probabilmente a determinati requisiti.
  • Bisogna rispettare anche alcuni parametri che rendono un’attività altamente professionale, in grado di contraddistinguersi per alcuni dettagli di grande di rilevanza, come ad esempio la trasparenza, oppure determinate norme che vanno ad eliminare la possibilità di eventuali illeciti!