Tag Archives: analisi tecnica

Utilizza l’analsi tecnica con Optiontime

optiontime

Fare trading binario richiede anche una certa dose di consapevolezza che può essere raggiunta maturando le dovute cognizioni tecniche sul mercato.

Quindi, le piattaforme di trading ci stanno mettendo a disposizione nuovi strumenti da adottare direttamente sul sito del broker, senza utilizzare software esterni.

Una di queste piattaforme è www.optiontime.com che oggi merita qualche attenzione in più.

4 passi per guadagnare con le opzioni binarie 30 secondi

Opzioni 30 secondi

Clicca qui!  per conoscere i primi 2 passi da seguire!

3º PASSO: OSSERVIAMO GLI OSCILLATORI

Dobbiamo aprire una breve parentesi e parlare di un oscillatore che ha fatto la storia del trading: l’RSI. Questo oscillatore è composto da una media mobile che oscilla tra due valori:

  • Valore 80-70: è detto iper-comprato, solitamente quando la media mobile si trova su questo valore le quotazioni tendono a scendere.
  • Valore 30-20: è detto iper-venduto, solitamente, al contrario di quello che succede nel caso precedente, il valore delle quotazioni tende a salire.

Guadagnare con le opzioni binarie one touch

Opzioni one touch

Le opzioni binarie one touch permettono di ottenere alti guadagni in pochissimo tempo. Grazie al trading in opzioni binarie one touch è possibile ottenere sino al 550% di ritorno sul capitale investito in una sola settimana.

La previsione che va effettuata è un po’ diversa da quella che generalmente si fa nell’investimento in opzioni binarie del tipo alto/basso, infatti, il trader non deve decidere se il prezzo possa salire o scendere, bensì deve decidere se il prezzo possa toccare una determinata quota, che viene scelta dal broker, in un determinato arco di tempo.

La previsione che deve essere effettuata è certamente più complessa rispetto a quella che viene generalmente effettuata nelle opzioni binarie tradizionali, soprattutto se consideriamo che la quota scelta dal broker certamente ha poche probabilità di essere raggiunta dal prezzo.

Fortunatamente c’è chi riesce ad ottenere guadagni dalle opzioni binarie one touch, motivo per cui possiamo giustamente pensare che un modo c’è per sfruttarle a dovere, vediamo quel è questo modo.

Come guadagnare con le one touch

Per guadagnare con le opzioni binarie one touch bisogna prima di tutto capirne il meccanismo: si guadagna anche se il prezzo tocca la quota stabilita per un solo istante entro la scadenza prefissata. Ciò che conta è che la quota venga toccata, ora, per poter stabilire se il prezzo possa o meno toccare una data quota bisogna vedere la direzione attuale del prezzo, ossia, la sua tendenza.

Se ad esempio la quota è posta sopra il prezzo attuale e la tendenza del prezzo è rialzista abbiamo più possibilità che tale quota venga effettivamente toccata, al contrario se il prezzo ha una direzione opposta ed è troppo lontano dalla quota stabilita abbiamo meno probabilità che possa raggiungerla.

Oltre a valutare l’attuale direzione del prezzo bisogna anche stabilire se vi siano o meno dei muori psicologici nello spazio tra la quota attuale e quella da raggiungere: se vi sono delle importanti resistenze allora abbiamo meno probabilità che il prezzo possa raggiungere tale quota, al contrario, se non vi sono resistenze il prezzo potrebbe raggiungere con facilità tale quota ammesso che sia in tendenza.

Leggi anche:

Supporti e resistenze

Approfondimenti opzioni binarie one touch

L’indice macd. Come utilizzarlo?

indice macd

Ci occuperemo di esporre gli accorgimenti logici ed operativi che bisogna porre in atto, affinché si costruisca un buon indice macd.

L’uso di parametri prefissati nell’applicazione dell’indice macd non è sempre funzionale alle nostre esigenze. Dunque, se si è alle prime armi con l’indice macd è bene sapere che la natura del modello matematico impiegato è di tipo parametrico e possiamo con discrezionalità adattarlo al tempo di investimento (tattica di brevissimo termine o strategia di medio/lungo termine), al mercato in cui si opera (caratteristiche predominanti riguardanti ad es. la volatilità), ai titoli in cui si desidera investire.

La costruzione dell’indice macd

Nelle sue applicazioni standard, l’indice macd prevede l’utilizzo della combinazione di due medie mobili esponenziali, di cui una a 12 giorni e l’altra a 26 giorni. E’ possibile cambiare il lasso periodale, così come il tipo di media impiegata. Può risultare utile combinare l’indice macd con altri strumenti di interpretazione grafica ed analitica.

Che cosa è l’indice macd? Non è altro che la differenza fra due medie mobili di diversa reattività.

Graficamente, il punto di incontro tra le due curve, reagenti ai prezzi o quotazioni, rappresenta come una sorta di fase di rottura ciclica o atipicità prevedibile in cui è da rilevare un trend in rialzo o in ribasso.

Colui che cerca di cogliere informazioni previsionali, a partire dall’indice macd, deve cercare di anticipare il trend, sfruttando eventualmente i picchi di ascesa e discesa dei prezzi. Quindi, dovrà cominciare a muoversi già prima del punto di incontro tra le due curve, salvo falsi segnali dell’indice macd.

L’informazione che ne possiamo carpire è di natura duplice:

–       L’anticipazione del trend di mercato (L’indice macd, visto matematicamente come la differenza fra le due medie)

–       La forza o intensità oscillatoria ex-post la rilevazione dei prezzi di chiusura, per poter capire attraverso l’indice macd ed una media mobile riferita ad un lasso periodale dato dalla differenza fra i 2 periodi (graficamente: linea di segnale; matematicamente:media mobile di forza),  con che approssimazione bisogna fidarsi della portata informativa del modello matematico

Come capire se ci si trova di fronte a falsi segnali?

L’esperienza nell’impiego ed interpretazione di tale modello matematico, ha condotto l’investitore a cogliere, a partire da alcune informazioni, la rappresentatività o meno dello strumento di analisi di mercato stilizzato, dal punto di vista concettuale e matematico.

In gergo borsistico:

–       Il trend “Orso” è riferito ad un trend ribassista dei prezzi

–       Il trend “Toro” è riferito ad un trend rialzista dei prezzi

E’ molto importante capire se ci si trova in una fase di “inversione di rotta”: se ad es. graficamente il modello si comporta come se la differenza fra l’indice macd e la media mobile di forza sia positiva (taglio della linea di segnale) ma senza che si parta da un trend Orso, potrebbe trattarsi di falsi segnali. E viceversa.

Come comportarsi? Verificare l’informazione predittiva dell’indice macd, attendendo pazientemente se nelle prossime chiusure delle sedute borsistiche, il trend Toro trova conferma. In questo caso, l’indice macd è ancora valido.

Quindi, due sono le indicazioni per capire l’attendibilità dell’indice macd:

–       La dinamica del modello e non solo la direzione del trend, nel senso che il punto di rottura deve succedere ad una fase anticipatrice sufficiente a cogliere la “tipicità” ciclica del movimento dei prezzi

–       L’intensità oscillatoria, ovvero la formazione di picchi in ascesa o riduzione dei prezzi. Le informazioni che ne conseguono aumentano, ma vi è anche maggiore rischio di falsi segnali, per l’alta volatilità del titolo (profilo dolce o slant divergence vs profilo appuntito o peak-trough divergence).

Analisi Candlestick: il manuale delle istruzioni

Analisi Candlestick, una guida

Il grafico candlestick è generalmente più apprezzato del grafico a barre e del grafico a linee. Il motivo va rintracciato nella possibilità, detenuta dal candlestick, di rilasciare molte informazione e in un modo davvero intuitivo. Ovviamente, per sfruttarne al meglio le potenzialità, è necessario realizzare l’analisi candlestick. Ecco una lista dei “segnali” in grado di dare qualcosa sul fronte della redazione delle strategie.

Analisi Candlestick: segnali forti

Long White Body. Molto rialzista. Il corpo della candela è molto lungo. Il colore è bianco. Le ombre, sia quella superiore che quella inferiori, non sono molto estesi. Più le ombre sono piccole e più il corpo è grande, più rialzista è il segnale. La maggiore intensità è data dalla candela di Marabozu, una variante della Long White Body che non prevede ombre.

Long Black Body. Identica a quella precedente. L’unica differenza sta nel colore, che è nero. Per questo il segnale è molto ribassista e indica che, in quel momento, i venditori dominano sui compratori.

long candlestick

Doji. Equilibro totale tra venditori e compratori, incertezza molto accentuata. Dal punto di vista visivo, il corpo della candela è assente e le ombre sono, al contrario, ben visibili.

doji_line

Altri segnali

Small Body e Spinning Top. Nell’analisi candlestick queste formazioni rappresentano un segnale di stabilità, sebbene non solidissimo. La prima si presenta con un corpo di colore bianco e piccolo, con shadow normali. Indica stabilità con tendenza al rialzo. La seconda si presenta con un corpo anch’esso piccolo ma di colore nero, con shadow normali. Indica stabilità con tendenza al ribasso.

spinning tops

Upper Shadow Line. Ribassista (ma non troppo). Il corpo è medio, la lower shadow è corta mentre la upper shadow è molto lunga. Il colore può essere bianco o nero ma non ha molta importanza, è un segnale ribassista in ogni caso.

Lower Shadow Line. Rialzista (ma non troppo). E’ simile a quella precedente. Il corpo è anche in questo caso medio, mentre la lunghezza delle shadow è invertita. La lower è lunga mentre la upper è corta. Il colore non ha importanza, il segnale è sempre rialzista o, almeno, in grado di suggerire una frenata dell’eventuale ribasso.

upper_lower_shadow

C’est un problème importun de choisir une robe de mariée en grande taille? Vous vous embêtez de la plupart de robes de mariée pas cher dans le marché qui sont souvent trop juste pour vous? bellerobemariage.fr vous comprend très bien votre situation et collecte des robes de mariée en grande taille de meilleure qualité pour vous.

Quando non fare trading in opzioni binarie

Strategie opzioni

Chi ha detto che si può sempre fare trading in opzioni binarie? Le opzioni binarie sono uno strumento di trading che può aiutarti ad ottenere dei guadagni, ma non sempre risulta essere conveniente utilizzare le opzioni binarie, in questa breve guida vedremo quando effettivamente non conviene fare trading in opzioni binarie, presta attenzione in quanto investire in opzioni binarie non significa comprare sempre opzioni call o Put, ma anche e soprattutto osservare il mercato al fine di agire nel momento migliore.

Ci sono tanti momenti buoni per fare trading in opzioni binarie, ma ci sono anche momenti in cui sarebbe meglio spegnere il computer e dedicarsi a qualcosa di più rilassante. Ecco alcuni momenti in cui fare trading in opzioni binarie può essere dannoso.

Quando evitare di investire in opzioni binarie

Se sei emotivamente debole per qualsiasi cosa che ti è successa durante la giornata mettersi a fare trading non è certo la soluzione ai tuoi problemi, anzi, potrebbe dartene di nuovi. Quando si è scossi a livello emotivo si tende sempre a seguire l’istinto e ad essere estremamente confusi, questo atteggiamento porta il trader a prendere decisioni irrazionali, con la conseguenza più probabile di perdere capitale e di ritrovarsi con un problema in più. Evita perciò di fare trading in opzioni binarie quando ti senti emotivamente instabile.

Fai ben attenzione alle news macroeconomiche giornaliere ed evita di seguire segnali tecnici al momento della pubblicazione delle news. Generalmente il mercato tende sempre a muoversi in una certa direzione quando viene pubblicata una notizia macroeconomica, perciò se proprio vuoi investire, fallo basandoti sul movimento generato dal mercato.

Il mercato non sempre assume direzioni ben precise, possono perciò capitare dei giorni in cui domina l’incertezza, in quei giorni investire può significare perdere soldi, perciò, evita di investire quando il mercato è poco volatile. Per stabilire se il mercato è poco o molto volatile puoi servirti di appositi indicatori di trading, ma puoi anche osservare il grafico di prezzo con time frame H1, se il grafico si presenta piatto, evita di investire perché rischi di perdere capitale a causa della mancanza di liquidità del mercato.

Ricorda sempre che investire in opzioni binarie non è un gioco e devi sempre avere una buona strategia di trading.

Esempio di investimento in opzioni + di Anyoption

Opzioni binarie +

Le opzioni binarie + del broker Anyoption rappresentano una valida alternativa alle classiche opzioni binarie, soprattutto se consideriamo che le opzioni rivendibili option + possono essere agevolmente utilizzate dai trader che ancora non hanno acquisito una certa dimestichezza con le opzioni binarie.

Le opzioni binarie + di Anyoption consentono al trader di rivendere, in qualsiasi momento, la propria opzione binaria semplicemente cliccare il tasto per richiedere il preventivo istantaneo al broker che, secondo alcuni parametri già importati, calcolerà il prezzo al quale è disposto a comprare l’opzione binaria.

Esempio pratico di opzioni binarie +

Indipendentemente dall’esito del prezzo è possibile decidere di vendere sia opzioni binarie che sono in the money sia opzioni binarie che risultano essere out of the money. I motivi per vendere una opzione binaria sono tanti, cerchiamo perciò di comprendere perché vendere una opzione binaria rispettivamente al fatto che sia in the money od out of the money.

Opzione in the money: se l’andamento del prezzo sta andando nella direzione da te prevista puoi, nel caso in cui hai investito in una opzione binaria +, decidere di vendere tale opzione. Il broker ti offrirà ovviamente una percentuale di guadagno inferiore a quella che avresti ottenuto se avessi atteso la scadenza della stessa. Il motivo che può spingere un trader a vendere una opzione binaria in the money è semplice: se ci si accorge che la tendenza di prezzo è debole e che potrebbe invertire la propria direzione prima della scadenza dell’opzione binaria, allora, risulta ovviamente più conveniente vendere l’opzione anziché attendere la scadenza.

Opzione out of the money: in questo caso il trader, anziché attendere la scadenza dell’opzione binaria e conseguire una perdita del 100%, può decidere di vendere l’opzione in modo tale che la perdita conseguita sia inferiore a quella prevista.

Visita qui il broker Anyoption

RICORDA: il broker, nel caso in cui la tua opzione binaria sia out of the money, ti offrirà una percentuale di rimborso sempre minore quanto più si avvicina la scadenza dell’opzione binaria, per questo motivo se ti accorgi che il prezzo ha assunto una direzione che non è affatto quella che prevedevi è molto meglio vendere l’opzione + il prima possibile in modo tale da recuperare una percentuale di capitale maggiore.

Vantaggi e svantaggi del trading in opzioni binarie

differenze tra broker regolamentati e non regolamentati, opzioni binarie

Investire in opzioni binarie è sicuramente estremamente vantaggioso in quanto può portare guadagni immediati al trader, guadagni che possono riuscire a far raddoppiare il capitale di investimento in pochissimo tempo. Nel corso degli anni, sempre più persone hanno ritenuto conveniente cominciare ad investire in opzioni binarie, anche chi non aveva mai sentito parlare di trading online.
Il motivo é semplice e va ricercato negli alti guadagni derivanti dall’investimento in opzioni binarie, guadagni che sono decisamente molto ma molto allettanti e che possono essere conseguiti con apparente facilità. È proprio questa semplicità delle opzioni binarie che rende questo investimento così tanto desiderato, ma dove si nascondono guadagni e grandi possibilità, si nascondono anche rischi ed insidie.

Vediamo quindi quali sono i vantaggi derivanti dall’investimento in opzioni binarie e quali possono essere i rischi che tale investimento comporta.

VANTAGGI DELLE OPZIONI BINARIE

I vantaggi derivanti dall’investimento in opzioni binarie sono facili da individuare e certo ben pubblicizzati dalle piattaforme di trading. Il vantaggio principale resta la semplicità di utilizzo di questo meraviglioso strumento. Per investire in opzioni binarie bastano davvero pochi secondi e si é subito a mercato, inoltre, le piattaforme di trading consentono di poter effettuare l’investimento da qualsiasi tipo di dispositivo che consenta di collegarsi ad internet.

Gli alti guadagni derivanti dall’investimento in opzioni binarie sono un altro aspetto molto interessante che coinvolge moltissimi investitori o aspiranti tali. Con le opzioni binarie si può guadagnare, in pochissimi minuti, dal 70% sino all’85% del capitale investito.

SVANTAGGI DELLE OPZIONI BINARIE

Come già affermato, ove ci sono vantaggi ci sono anche svantaggi che derivano pressappoco dagli stessi fattori. Gli alti guadagni che le opzioni binarie offrono e la loro semplicità di utilizzo rende possibile l’illusione di arricchirsi in pochissimo tempo, senza sforzi e con poco capitale. Ovviamente questo accade solo nel paese dei balocchi e non certo nella vita reale. É infatti vero che mediante l’investimento in opzioni binarie ci si può effettivamente arricchire, e lo si può fare anche in un tempo relativamente breve, ma é anche vero che vi sono dei rischi connessi all’investimento, rischi che bisogna conoscere ed evitare. A tal proposito ti invitiamo a visitare la sezione: “opzioni binarie” , potrai trovare tutte le informazioni che ti servono per investire e cominciare anche a conseguire dei guadagni nell’investimento in opzioni binarie.

L’importanza del capitale di trading nell’investimento in opzioni binarie

Gestire il capitale

Quando ci si accinge ad investire in opzioni binarie si pensa subito alle strategie di trading che possono essere attuate per guadagnare con le opzioni binarie, si pensa molto meno alle strategie di gestione del capitale nell’investimento in opzioni binari, fattore determinate tanto quanto le strategie, anzi, a parità di strategie di trading, é il capitale investito a fare la differenza.

Più che parlare di capitale investito, termine che dovrebbe riferirsi al capitale totale depositato nella piattaforma di trading, si tratta di capitale messo a rischio, ossia, del capitale che siamo disposti a rischiare in una operazione di trading in opzioni binarie.
Ciò che conta nell’investimento in opzioni binarie é il rapporto che c’è tra il capitale investito ed il capitale messo a rischio, questo rapporto deve essere del 5%, ossia, non bisogna mettere a rischio più del 5% del capitale totale depositato.

COSA ACCADE SE SI AUMENTA IL RISCHIO DI INVESTIMENTO

Aumentare il rischio di investimento significa aumentare i guadagni, ma, nello stesso tempo, significa aumentare anche il rischio di perdere una larga fetta del nostro capitale di trading, questo infatti é essenziale per proseguire la nostra attività di investimento ed è necessario a conseguire sempre nuovi profitti. Per recuperare il capitale che si è perso bisogna fare nuovi investimenti, per fare nuovi investimenti hai di certo bisogno di nuovo capitale, se il tuo capitale di trading si esaurisce non possiedi più lo strumento per conseguire guadagni, per poter continuare ad investire.

PERCHÉ IL 5%?

Non é una percentuale stabilità senza un giusto calcolo, tale percentuale scaturisce dal fatto che per conseguire dei guadagni costanti bisogna utilizzare una strategia di trading che consenta all’investitore di guadagnare nel lungo periodo e l’unico modo per guadagnare nel lungo periodo è quello di gestire il proprio capitale seguendo sia i segnali del mercato sia il money management. Nessuna strategia é infallibile e tutte le strategie prevedono in una certa misura delle perdite, queste perdite però sono statisticamente minori rispetto ai profitti, ma bisogna ricordare che il rapporto di guadagno previsto dalle opzioni binarie é di 1:0.85, il che significa che se guadagnano abbiamo l’85% del capitale, mentre in caso di perdita abbiamo perso il 100%.

APPROFONDISCI L’ARGOMENTO VISITANDO LA SEZIONE: MONEY MANAGEMENT

Analisi tecnica: tendenze in time frame a 5 minuti

Analisi tecnica

Gestire investimenti in determinate fasi di mercato risulta essere spesso semplice agli occhi di un investitore esperto, mentre risulta totalmente impossibile per un investitore alle prime armi. Come abbiamo spesso affermato, analizzare il mercato non é poi così difficile, ma é ovvio che per riuscirci sono necessarie determinate conoscenze che devono necessariamente essere apprese. Proprio per questo abbiamo deciso di agevolare il compito, spesso gravoso, di ricercare informazioni che spesso potrebbero essere incomplete o inesatte, ed abbiamo analizzato il mercato per andare a caccia delle tendenze che si presentano in grafico con time frame brevi, in special modo, abbiamo analizzato il grafico eur/usd con time frame a 5 minuti.

TENDENZE EURO DOLLARO TIME FRAME A 5 MINUTI

In questi particolari time frame ed in special modo nei grafici riguardanti le quotazioni delle principali valute, troviamo moltissimi spunti operativi che possono esserci utili sia nell’investimento in opzioni binarie sia nell’investimento nel trading tradizionale.

Come puoi ben notare, il tasso di cambio euro dollaro presenta prima una tendenza di tipo ribassista, subito dopo inverte la sua rotta cominciando a salire. Il prezzo, come abbiamo spesso affermato all’interno di altri articoli di trading presenti nel sito, si muove seguendo delle tendenze che possono essere definite da trend line. Quando il prezzo buca una trend line ci troviamo generalmente di fronte ad un’ inversione, ciò significa che si passa da una fase ad un’altra.

Fare trading

Come puoi benissimo notare osservando il grafico, la rottura della trend line di resistenza che fa da guida alla tendenza ribassista porta alla formazione di una tendenza rialzista che fa il suo corso e che poi, attraverso la rottura della sua trend line di supporto, cambia nuovamente la sua direzione. Com’ é ovvio, questi movimenti non sono affatto impossibili da seguire, anzi, ad un osservatore attento risultano invece semplici e per certi versi scontati. Si può quindi approfittare di tali movimenti sia investendo in opzioni binarie sia attraverso l’investimento nel trading tradizionale.

PER VISIONARE LE STRATEGIE DI TRADING VISITA LA SEZIONE STRATEGIE
Troverai tantissime strategie utili per conseguire guadagni costanti nella tua attività di trading online.