Consigliati 
logo optionbitRendimenti delle
60 secondi al 76%


Software trading Automatico

Visita OptionBit

IQoptionDeposito minimo 10$

Trade minimo 1$


Visita Iqoption

Su cosa scommette il mercato?

blog

Animal Spirits. E’ proprio il caso di dire che, in contesto di avversione al rischio, gli operatori stanno prendendo spunto da un piccolo numero di informazioni per piazzare le loro scommesse in contesto forex e borsa. Quindi, il resto è frutto anche dell’istinto dell’investitore. Un mondo ben distante dall’universo delle aspettative razionali, in cui si presuppone l’assunzione di tutte le informazioni utili ad effettuare le proprie scelte.

Vediamo alcuni esempi, sulla base delle ultime nuove.

Il caso Saipem. Le scommesse rialziste del mercato

Poca attenzione viene data, nella formulazione delle previsioni, a tutte le informazioni utili, nonché ai dati certi. Molti degli analisti di mercato, malgrado avessero, infatti, nelle loro attese, preventivato la pubblicazione di dati non soddisfacenti sui risultati economici di bilancio di Saipem e con assenza di miglioramenti rispetto a quelli degli anni precedenti, hanno dato molta più rilevanza al futuro, rispetto al presente.

Per chi aveva puntato al rialzo, il titolo ha soddisfatto ad inizio seduta (24/04/2014), ai massimi storici, guadagnando un bel 3%. A seguito del report dei risultati (Debito, Margine Operativo Netto, Utile netto), ha leggermente retrocesso, mantenendosi sul sentiero positivo.

E’ chiaro che una valutazione di tale genere risponde della congiuntura di mercato e dell’avversione al rischio degli investitori che non si fanno più entusiasmare da dati particolarmente esaltanti.

Il dollaro kiwi. Non convince più.

E’ il tempo dell’erosione di ogni certezza. Ecco spiegato l’atteggiamento degli investitori che hanno persino abbandonato i classici della correlazione.

La Nuova Zelanda ha aumentato il costo del denaro di 25 punti base, in un contesto di aumento del Pil e di sviluppo economico. Le previsioni sono tutte a favore della Nuova Zelanda.

Puntate toro anche sul cambio Dollaro Neozelandese/Dollaro Usa purtroppo non andate ancora totalmente a segno, essendo, rispetto alle attese di mercato, ben lontani da quota 0,95 e sistematicamente non andando oltre quota 0,86 (balzo massimo nel corso della seduta del 24/04/2014). Molto probabilmente ciò avviene perché non vi è l’effetto-sorpresa che enfatizza le attese positive e negative degli investitori.

Gli investitori preferiscono contesti di maggiore volatilità. Successo è per quei titoli che sono interessati da rumours su aumenti di capitale ed acquisizione (in particolare, il settore farmaceutico e quello energetico).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image