Consigliati 
logo optionbitRendimenti delle
60 secondi al 76%


Software trading Automatico

Visita OptionBit

IQoptionDeposito minimo 10$

Trade minimo 1$


Visita Iqoption

Rally dell’oro a sorpresa

Lingotti

Le commodities stanno attraversando non poche incertezze e molti analisti tecnici hanno molte perplessità nell’abbozzare le previsioni giuste. Freschi ritiri dal settore, in attesa di cogliere nuovi informazioni utili. Anche il giallo metallo, il classico bene-rifugio per tradizione sorprende alquanto e nella seduta del 25/04/2014 sono tanti gli investitori ribassisti che si sono trovati con una dinamica improvvisamente esplosiva delle sue quotazioni. Sarà forse, in parte, da imputare all’escalation della crisi Ucraina.

Se, però, volgiamo uno sguardo d’intorno, prima di indagare sull’oro, anche alle altre commodities, vedremo come il tutto è, in parte, da attribuire ad un’evoluzione degli scenari socio-economici internazionali (rally dell’oro. Perché?).

Le commodities sono quotate in dollari. Non solo l’oro

Una delle principali ragioni per le quali si è pensato ad una destabilizzazione, sul piano della politica commerciale e monetaria, delle commodities, è il loro comune denominatore: sono tutte quotate in dollari.

Questo non è da poco. Quindi, stiamo assistendo a:

  • prezzi del rame al minimo ma chi è il protagonista che più vi ha inciso diminuendone progressivamente il consumo? La Cina. Sarà per via del progressivo rallentamento dell’economia-paese, come evidenziato anche dal malessere in borsa per l’intero comparto asiatico? Nel frattempo l’apertura a nuovi mercati e la debolezza dello yuan fanno intravedere un altro tipo di scenario (rame, oro e le commodities). Comunque, anche Morgan Stanley ha consigliato di acquistare rame. A prezzi così bassi (quotazioni che sul Lme non sfiorano neanche i 5.000 dollari per tonnellata), sarebbe assurdo non approfittarne.
  • prezzi incerti per il settore dell’argento e del platino. Entra sempre in scena un gioco di forze fra produttori. Il più valido sostituto del platino (primo produttore: Sud Africa) è il palladio (primo produttore: la Russia).
  • molte attese rialziste sul gas naturale, visto il deflusso delle scorte e la difficoltà di ricostituzione. Il consumo privato è aumentato non di poco per il raffreddamento climatico, fuori dalla media stagionale (gas naturale vs oro). Quindi, in questo caso si tratterebbe di fattori di natura interna, rispetto agli altri 2 casi.
  • aspetti controversi anche per l’asset petrolio con improvviso calo delle quotazioni. E non si può ancora affermare che comincino a fare presa le energie alternative o che la comunicazione sulle scorte non sia attendibile.

Eccezionale rialzo delle quotazioni dell’oro

Se prima era possibile associare il trend dell’oro all’andamento dell’azionariato, ora non ci si può neanche affidare a tali segnali. Ed è difficile trovare degli indici-replica sufficientemente affidabili. Soltanto l’ S&P 500 ha un po’ rispecchiato quella che sarebbe stata la chiusura brillante del giallo metallo.

Così come per le altre commodities, si può cercare una delle principali ragioni nella nuova funzione del giallo metallo (dal 2002), quale riserva valutaria che ha determinato una significativa ed incisiva domanda istituzionale.

E così, la Cina si spinge nell’acquisto di oro, ancor più dell’India. La Russia arriva quasi a triplicare le sue riserve e buon tornaconto gli torna ora per stabilizzare il cambio. Peggio per la Turchia che, invece, le ha quasi dilapidate nel tentativo di arginare la caduta della lira turca.

Quando, il giallo metallo, bene-rifugio per eccellenza, è andato a toccare nella seduta del 25/04/2014 i 1300 dollari all’oncia, si è subito pensato all’effetto della crisi ucraina. Ma un analista di mercato tiene conto di ben altri fattori che possono incidere sulla domanda, in quanto bisogna avere dei segnali per entrare ed uscire nei tempi giusti sul mercato, sempre che non si voglia investire in un’attività (ad es.oro finanziario) detenendola in portafoglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image