Consigliati 
logo optionbitRendimenti delle
60 secondi al 76%


Software trading Automatico

Visita OptionBit

IQoptionDeposito minimo 10$

Trade minimo 1$


Visita Iqoption

Perchè scegliere come sottostante gli indici di mercato

images2

Ci chiediamo se sia conveniente o meno investire con le opzioni binarie sugli indici di mercato. Pensiamo proprio di sì, ma scendiamo anche nei particolari della nostra assunzione.

Agganciare le proprie previsioni, oltre che a rumori di mercato, sentiment dal lato della domanda o dell’offerta, anche ai fondamentali dell’economia reale è possibile se si ha una certa cognizione di come si muove il mercato, in risposta ad alcune notizie (trend trainante). Gli indici, rispetto agli altri sottostanti, sono quelli più idonei a cogliere la tendenza dominante del mercato. Oppostamente per un’azione, ed una soltanto, il rischio-volatilità è maggiore perché dovremmo essere a conoscenza non solo del sentiment del mercato, ma anche di informazioni non necessariamente ufficiali sulle condizioni dell’azienda quotata.

Investire sugli indici con le opzioni binarie

Vediamo alcuni esempi, tratti dai migliori broker di opzioni binarie.

Il seguente riquadro è estrapolato dal broker Stockpair che consente di investire sui seguenti indici:

  • Cac40: è calcolato considerando i 40 valori più rilevanti delle 100 migliori capitalizzate della borsa di Parigi
  • Ftse 100: il suo trend è un funzione delle 100 migliori capitalizzate alla borsa di Londra
  • Aex: si prendono in considerazione le maggiori capitalizzazioni nell’azionariato della borsa di Amsterdam
  • Nasdaq, riferito alla borsa Usa ed, in particolare, al comparto tecnologico
  • DowJs. Tra gli indici, è quello più cercato dagli investitori, in quanto si basa non tanto sulla capitalizzazione ma direttamente sul prezzo dei singoli titoli azionari, e quindi è più ricettivo al sentiment di mercato. Non tutti i brokers permettono di investire in tali indici.
  • S&P. Si considerano le 500 migliori capitalizzazioni.

Dalla lista summenzionata degli indici di mercato, possiamo constatare che il nostro grado di conoscenza di mercato deve essere già consolidato, sulla base dei parametri tecnici che li determinano, che non possono essere affatto trascurati.

indici

 

Per cercare di capire se il livello salirà o scenderà rispetto al prezzo da noi selezionato (quello al momento dell’acquisto dell’opzione), non possiamo tenere conto dei semplici prezzi di mercato, in quanto gli indici, solitamente, sono ponderati in base al livello di capitalizzazione di ciascuna società. Questo è uno stralcio del paniere del Cac40 (fonte: Borsa Italiana).

 

paniere

Come vedete, ci immunizziamo dalle euforie di mercato, in quanto andamenti sopra la media intra-giornaliera, controcompensano andamenti sotto la media e così via. Quindi, ciò ci fa propendere per un solido sviluppo su serie storica, impostando frame rate nel brevissimo termine. E’ proprio il caso di dire che qui l‘analisi tecnica non può proprio mancare. Consigliamo di dotarvi di un software di analisi (anche quello fornito dal broker in simultanea) per poter orientare le vostre previsioni. Ponete, però, bene attenzione che acquisire delle conoscenze personali sul mercato e sviluppare da sé le analisi è un modo per vedere se oggettivamente ci troviamo o meno d’accordo con il broker. Potremmo abbinare le candele giapponesi ed ogni altro strumento utile. Certamente, quando scegliamo di investire sugli indici di mercato siamo facilitati nell’analisi tecnica, rispetto alle valute o alle singole azioni, ma dobbiamo conoscerli bene.

L’indice Dowjs su Stockpair

Tra gli indici, il Dowjs è uno tra i più interessanti e meno soggetto ai vincoli della ponderazione discrezionale (il peso che l’analista dà a ciascun elemento parte integrante dell’indice). Il Dowjs è quello più difficile da reperire nell’offerta dei brokers, ed è una proposta innovativa quella offerta da Stockpair, inserendolo tra i prodotti in listino, insieme agli indici.

Altri broker di opzioni binarie come Anyoption, anche se non offre il Dowjs prevede una più ampia mole di scelta di indici:

Tra gli indici offerti da Anyoption spiccano:  Bombay 30, Cac 40, Cac Future, Dax, Dax Future, Dow Jones, Dubai, FTSE100, FTSE IT All Share, FTSE MIB, Hang Seng, IBEX 35, IPC, KOSPI, MDAX, Nasdaq, Nasdaq 100 Fut, Nikkei 225, PSI20, S&P 500, S&P Future, SP/ASX200 Sydney, SSE180, TECDAX, Tel Aviv 25, TOPIX500. Una lista di indici veramente interessanti che solo pochi brokers possiedono.

I vantaggi dell’investire sugli indici

Investire negli indici di mercato ci consente di sterilizzare le nostre previsioni dall’eccessiva volatilità per il sentiment di mercato (ottimismo che porta in alto le quotazioni o pessimismo). A noi, quel che interessa con le opzioni binarie sono i risultati e non il gap di volatilità, che non ci cambia certo il rendimento.

L’unico limite che abbiamo con le opzioni binarie (potrete approfondire meglio nella nostra sezione dedicata a porre un raffronto fra opzioni binarie e CFD sulle commodities) è che dobbiamo basarci sul tipo di condizione posta dal broker (livello target per alcune tipologie di opzioni) e nelle tempistiche proposte (non sono disponibili a tutti gli orari, a differenza che con i CFD). Per eliminare la limitazione del prezzo target, dobbiamo scegliere le classiche opzioni call/put, acquistando una call se prevediamo che il prezzo salga (il riferimento è il prezzo a cui abbiamo acquistato in quel momento) e viceversa.

Stockpair consente, però, a differenza degli altri brokers che si basano su scadenze brevi, di impostare come scadenza per le opzioni binarie sugli indici anche un periodo considerevole di 150 giorni. Niente male. Vi fornisce, inoltre, assistenza tecnica attraverso analisi effettuata dai personal trader.

Altri brokers offrono limitate opzioni di scelta intraday, a livello orario. Ad es. Anyoption consente di scegliere opzioni call/put sugli indici fino addirittura alla fine del mese corrente. Per controverso, Stockpair come scadenza minima propone 30 minuti e non classiche opzioni super-veloci di cui adesso sono uscite le 30 secondi che trovate su 24option.

Perché? Chi ha una buona base di analisi tecnica troverebbe troppo immediato incassare una previsione sugli indici, a seconda di come ci si posiziona sul grafico, ed in un lasso di tempo limitato (ad es. uscita da un punto di inversione del trend, anziché mero swing di mercato).

Il rendimento mediamente offerto dai brokers per tale tipologia di opzioni è al massimo del 77%. L’82% offerto sulle previsioni del Cac40 è un rendimento di tutto rilievo, rispetto a quelli mediamente offerti dal mercato.

Provate a tenere d’occhio alcuni indici, tramite analisi tecnica, e vedere fin quanto riuscite ad avere una buona performance previsionale. Rafforzate progressivamente la vostra capacità previsionale, anche a livello di tecnica, e fate le vostre scelte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image