Consigliati 
logo optionbitRendimenti delle
60 secondi al 76%


Software trading Automatico

Visita OptionBit

IQoptionDeposito minimo 10$

Trade minimo 1$


Visita Iqoption

Opzioni binarie Pairs o di coppia

d94bf__AppleSuesAmazon

Un altro strumento finanziario offerto dai brokers sono le opzioni binarie Pairs, in italiano dette opzioni binarie di coppia o alla pari. E’una nuova tipologia di investimento, dalla quale si possono ottenere buoni profitti, ma con un’ attenta analisi, infatti, a differenza delle altre opzioni binarie, bisogna prevedere correttamente l’andamento del rapporto di una coppia di titoli e non di un unico asset.

Vantaggi e svantaggi

L’esito della previsione non dipende soltanto dall’andamento di un titolo, ma dal rapporto di una coppia di titoli, questo significa che se decidiamo di investire al rialzo, per chiudere l’opzione in profitto, non è necessario che l’asset al numeratore aumenti per far crescere il rapporto. Si può raggiungere il medesimo risultato anche se il valore del titolo posto al numeratore rimane costante, basta che ci sia un calo del titolo al denominatore.

Questo è sicuramente uno dei punti di forza delle opzioni pairs, ma allo stesso tempo è anche un punto di debolezza, infatti, per raggiungere l’obiettivo si devono effettuare due analisi su due titoli diversi a volte completamente opposti l’uno dall’altro. Ciò non è necessario con altre tipologie di opzioni, dove per ottenere un guadagno è necessario prevedere correttamente l’andamento di un solo asset.

Da quanto sopra detto si possono individuare i seguenti casi che suddividiamo in due blocchi:

Un titolo cambia valore e l’altro rimane invariato:

1. Se l’asset a numeratore aumenta e quello a denominatore rimane uguale, il valore del rapporto sarà maggiore di quello di partenza.

2. Se l’asset posto a denominatore aumenta e quello a numeratore non cambia, il valore del rapporto sarà necessariamente minore.

3. Se l’asset a numeratore rimane invariato e diminuisce quello a denominatore, in questo caso il valore finale del rapporto sarà maggiore.

4. Se l’asset a denominatore rimane uguale e diminuisce quello posto a numeratore, il rapporto sarà maggiore.

Entrambi i titoli subiscono una variazione:

1. Entrambi i titoli subiscono un incremento

2. Entrambi i titoli subiscono un calo

3. Un titolo subisce un calo e l’altro aumenta e viceversa

Analizziamo meglio il punto 1

Se entrambi i titoli aumentano di valore, cosa succede al rapporto?
Dipende da quale incremento subiscono gli asset.
Distinguiamo allora due casi:

Il valore del rapporto è maggiore di 1 – Se entrambi i titoli subiscono un pari incremento il rapporto non rimane costante, ma diminuisce. Infatti, il rapporto aumenta solamente se il valore del numeratore aumenta in misura superiore ad assorbire l’incremento del titolo al denominatore. Supponiamo che il prezzo di Apple sia 168€ e quello di Amazon sia di 100€, il loro rapporto è di 1,68.

Se entrambi i titoli aumentano di 5€ ciascuno, il rapporto non rimane fisso a 1,68, bensì diminuisce, infatti 173€ : 105€ = 1,65. Questo si spiega con il fatto che Apple ha un valore di 68€ in più rispetto ad Amazon, quindi, il rapporto rimane invariato solamente se a seguito di un incremento di 1€ da parte di Amazon, Apple cresce di 1,68€. Di conseguenza, se Apple cresce con valori superiori a 1,68€, il rapporto aumenta, con valori inferiori ad 1,68€ il rapporto diminuisce.

Il valore del rapporto è minore di 1 – In questo caso, è il titolo posto al denominatore che deve crescere in misura maggiore rispetto al titolo posto al numeratore per far calare il rapporto.

Analizziamo il punto 2

Se tutti e due i titoli subiscono un calo, si possono effettuare considerazioni opposte al caso in cui entrambi i titoli subiscono un aumento, quindi, vale tutto l’opposto di quanto esposto sopra.

Analizziamo il punto 3

Se il titolo al numeratore cresce e quello al denominatore cala, il rapporto cresce
Se il titolo al denominatore cala e quello al denominatore cresce, il rapporto cala.

Esempio:

Il valore del rapporto fra Apple e Amazon è di 1,68304 al momento dell’acquisto. Esso sarà poi confrontato con il valore del rapporto allo scadere dell’opzione.

Per questo esempio abbiamo scelto la coppia di azioni Apple vs Amazon, dove Apple è il numeratore e Amazon il denominatore.

Il payout è dell’80%.
L’investimento è di 50 euro.
Dopo un’analisi dei due titoli decidiamo di investire su Up, quindi prevediamo una crescita del rapporto.

Ipotizziamo che allo scadere dell’opzione il valore del rapporto fra Apple e Amazon sia cresciuto a 1,70435. In questo caso, il broker ci riconosce un payout di 40€, ovvero l’80% del nostro investimento, con un ricavo totale di 90€ ed un utile netto di 40€.

Opzioni Pairs

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image