Consigliati 
logo optionbitRendimenti delle
60 secondi al 76%


Software trading Automatico

Visita OptionBit

IQoptionDeposito minimo 10$

Trade minimo 1$


Visita Iqoption

Meglio le opzioni intervallo o le opzioni ladder?

convenienza

Molti traders preferiscono fare le loro previsioni sulle opzioni binarie basandosi su un intervallo di valori, anziché un livello puntale di prezzo. L’obiettivo è capire se i prezzi di mercato si manterranno all’interno di questa “banda” dei prezzi oppure no (opzioni intervallo dentro/fuori) oppure se sarà raggiunto un livello target ad una certa scadenza (opzioni ladder).

Vediamo quali sono le proposte offerte dai migliori broker di opzioni binarie, cercando di chiarire i rischi di alcune tra le opzioni binarie più remunerative. Tali opzioni rientrano nella categoria delle opzioni esotiche.

 Con le opzioni intervallo di Poweroption guadagni il doppio

Il broker Poweroption ha un’offerta innovativa, riguardo alle opzioni intervallo o boundary, dato che offre una remunerazione pari al 100% dell’importo investito.

Non si tratta dell’unico vantaggio con le opzioni range di Poweroption dato che l’intervallo, oggetto delle nostre previsioni, non è determinato a totale discrezionalità del broker ma è vincolato al prezzo di mercato. Quindi, l’intervallo inferiore e superiore seguirà direttamente il prezzo di mercato che non può essere stabilito dalla piattaforma. Questa è la scelta adottata dalla maggiorparte dei brokers.

Chiaramente sta al broker decidere l’ampiezza della “banda” dei prezzi. Affinché la previsione vada a buon fine, i prezzi devono mantenersi in essa, alla scadenza. Le opzioni intervallo offerte da Poweroption sono opzioni dentro.

Man mano che varia il prezzo di mercato, l’intervallo si modifica mantenendo lo stesso gap (ampiezza) rispetto al prezzo di mercato. Abbiamo infatti notato che all’aumento di 1 pip del prezzo di mercato si allontana altrettanto di 1 pip la “banda” superiore dei prezzi, si avvicina parimenti la “banda” inferiore dei prezzi.

Ecco un esempio di come funzionano. Vediamo cosa succede nel caso specifico alla scadenza. Ipotizziamo che il prezzo di mercato alla scadenza si mantenga entro l’intervallo immediatamente superiore del riquadro sottostante.

opzioniintervallo

Se ciò succede, abbiamo guadagnato esattamente il doppio dell’importo investito (payout: 100%). Quindi, impiegando 50 euro, otteniamo 100 euro.

In questo caso, lo stop alla fine del trading viene fissato 10 minuti prima, anticipatamente rispetto alle opzioni classiche per le quali si può investire anche entro i 3 minuti prima della scadenza.

Alla scadenza, abbiamo la seguente situazione.

opzioniintervallo2

Purtroppo, in questo caso specifico, malgrado fosse esatta la previsione rialzista, per pochi pips, il prezzo di mercato (1,32903) è fuoriuscito dall’intervallo superiore (1,32896). Quindi, abbiamo perso 50 euro.

Con l’esempio proposto avrete facilmente capito quali sono i rischi dell’investimento con le opzioni binarie intervallo, che tuttavia è possibile prevedere, dato che con un’analisi tecnica accurata ci saremmo accorti dell’alta probabilità con cui saremmo usciti fuori dall’intervallo. La nostra abilità previsionale deve appunto essere tale da capire quando conviene investire nel trade perché si rimarrà all’interno dell’intervallo.

Ricordate. Questa è una regola che vale sempre: Con le opzioni binarie, quanto più è alto il payout, tanto più l’operazione è rischiosa.

 Gli altri brokers che offrono le opzioni intervallo. Alcune differenze.

Vediamo se vi sono alcune differenze con le opzioni intervallo, offerte dai vari brokers:

  • 24Option offre le opzioni intervallo, con facoltà da parte dell’utente di selezionare tra due scelte: dentro l’intervallo/fuori l’intervallo. Oppostamente per Poweroption, la modalità di scelta affinché si imposti la previsione è solo dentro l’intervallo. Previste anche le 30 e 60 secondi tra le opzioni intervallo di 24 Option. Il trade minimo è di 24 euro (contro 10 euro di Poweroption). Rendimenti fino all’89% con possibilità di ritorno extra, a seconda della tipologia di conto.
  • Optionbit offre le opzioni intervallo con possibilità di scelta fra dentro/fuori. Sono dette anche opzioni gamma o range. Rendimenti del 75%. Trade minimo: 10 euro
  • Optionfair prevede due tipi di opzioni intervallo, di cui una meno redditizia (70% e scelta tra Dentro/Fuori) ed una particolarmente redditizia (Rendimenti anche del 350%. Si tratta, però, solo di opzioni fuori). Trade minimo: 25 euro

Quando il broker fissa un prezzo-target le opzioni sono più redditizie. Convengono?

Le opzioni ladder, dette anche opzioni scala, a differenza delle opzioni intervallo, si basano sulla determinazione di una soglia di prezzo che rappresenta il target da raggiungere, ad un determinato orario. Quindi, nessun obiettivo di permanenza del prezzo di mercato all’interno di una “banda” di prezzo.

Per questo tipo di opzioni, vi è un’offerta uniforme e limitata a 2 soli migliori broker. Vediamo chi le offre e come.

Banc de Swiss offre opzioni ladder estremamente vantaggiose con rendimenti fino al 1500%.  Il broker ha deciso di fissare 5 prezzi target e noi dobbiamo prevedere se il prezzo di mercato entro la scadenza avrà raggiunto nel suo trend il livello-obiettivo, al di sopra o al di sotto di esso. Ecco un esempio per rendere l’idea di come si può presentare la situazione alla scadenza. E’ possibile investire fino a 5 minuti prima della scadenza, ma teniamo conto che i livelli soglia già raggiunti su cui saremo in ritardo per investire saranno ormai passati ad un livello di rendimento dello 0%. Il trade minimo è di 25 euro.

ladder

In queste condizioni, non abbiamo guadagnato (perdita: 25 euro + 25 euro) dato che i livelli superiori 1,33 e 1,32952 sopra non sono stati raggiunti (le altre percentuali di rendimento per le opzioni sopra erano già pari allo 0%). Ma allora è impossibile guadagnare con tali opzioni?

Abbiamo ipotizzato di aver investito sui livelli soglia più alti agli ultimi minuti del trade. Nel frattempo i rendimenti degli altri livelli target inferiori (previsione sopra) sono passati allo 0% ed era inutile puntarvi perché il prezzo di mercato era già al di sopra. Ma se il prezzo fosse stato interessato all’inizio del trade da un saliscendi che avesse inglobato tutti i livelli con un unico balzo ascendente/discendente come è successo alle 18:00 avremmo guadagnato molto.

Ciò che manca in tali opzioni ladder, rendendole più remunerative rispetto al solito e quindi più difficili da prevedere (all’aumento del rendimento, aumenta il rischio) è la libertà di scegliere livelli di scadenza intermedi differenti, a seconda dei livelli obiettivo. Questo limita di molto la nostra capacità previsionale in corrispondenza della dinamica di trend. L’unica alternativa che abbiamo è vedere se per quell’asset esistono altre offerte con scadenze prossime alla corrente e cambiare il trade. Ma il minimo gap osservato tra una scadenza e l’altra per i brokers è di 15 minuti.

Anche Lbinary offre le opzioni ladder. Così come Banc de Swiss, sono fissati 5 livelli target che entro la scadenza indicata devono essere raggiunti. Il fatto di non consentirci di impostare scadenze intermedie non ci fa seguire tutta la progressione del trend ma ci limita a cercare di capire cosa succederà entro la scadenza. Qualcuno potrebbe obiettare. Non è la stessa cosa? No, perché in corrispondenza di livelli già raggiunti, negli ultimi minuti il rendimento sarà dello 0%. Se invece ci si fosse basati su una scadenza intermedia (più breve ed entro quella finale), il rendimento sarebbe stato più alto. D’altronde, prima di passare allo 0%, nell’ipotesi che l’asset sia stato interessato da un saliscendi, il rendimento era certamente superiore. Quindi, quanto prima piazziamo il trade, tanto meglio è. Qui, attendere gli ultimi minuti non è molto propizio. Dobbiamo fare solo molta analisi tecnica e muoverci di anticipo.

Sia con Lbinary che con Banc de Swiss l’esecuzione dell’ordine non è real time ma è soggetta ad approvazione e nel frattempo potrebbero cambiare dinamica e rendimento associato.

Quali convengono di più, le opzioni intervallo o ladder?

Non si può dire univocamente che convengano più le opzioni intervallo che le opzioni ladder, dato che quest’ultime privilegiano l’andamento “verticale” dei prezzi. Nel miglior dei casi,  la dinamica dell‘asset delle ladder sarà talmente continuativa nel tempo da riuscire in 30 minuti ed entro la scadenza, con un saliscendi a toccare tutti gli step,  in modo da scendere al di sotto (opzioni sotto) anche dei livelli soglia inferiori per i quali le opzioni sopra sono pari ad un rendimento dello 0%, per poi ritornare su. In questo caso, quanto prima abbiamo posizionato il trade, tanto meglio è.

Le opzioni intervallo, invece, privilegiano il posizionamento “orizzontale” dei prezzi, soprattutto se l’obiettivo è stabilire che i prezzi si mantengono entro quella banda (opzioni dentro).

Quindi, dobbiamo stabilire noi la convenienza, a seconda delle previsioni sull’asset, riguardo al movimento dei prezzi. Cosa farà chiaramente il broker? Tanto più stima rischioso l’investimento, tanto più aumenta la percentuale di rendimento. Noi dobbiamo essere bravi a calcolare il rischio ed a capire se riusciamo a raggiungere l’obiettivo.

Quali sono le tecniche migliori per entrambi?

Dobbiamo ricorrere a tutte quelle tecniche di ritracciamento del prezzo. Quindi, stiamo parlando, ad esempio, di pivot point, bande di bollinger o della strategia di Fibonacci. Per le opzioni ladder, ci possono, però, aiutare anche le candele giapponesi per capire se l’asset avrà una dinamica progressiva nel tempo (saliscendi verticale).

Guadagnare con le opzioni binarie non è impossibile ma avrete certamente capito che non si tratta di un gioco e che il rendimento è sempre rapportato al rischio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image